Sabato 04 Febbraio 2023

QUOTE ROSA PER LO SPORT

Il boom del fitness nell’universo femminile

Ancora una volta dietro questo trend ci sono star e celebrities. Gwyneth Paltrow e Madonna con i workout di Tracy Anderson creati su misura per loro, Elisabetta Canalis e il CrossFit, l’ultimo programma di allenamento presentato da Reebok, Helena Christensen e la sua linea per lo yoga. E l’elenco non finisce qui.

Il boom di sport e fitness, soprattutto tra il pubblico femminile non è recentissimo e nei vari decenni ha avuto picchi molto alti, quasi sempre legati al successo di un film o di una particolare attività, come per esempio l’aerobica e Flashdance negli anni Ottanta. Il successo dell’attività fisica di questi anni è legato al fenomeno di costume che mette al primo posto il benessere e la performance.

“Un tempo le palestre erano un universo maschile, in particolare le sale pesi - spiega Claudio Vacchi, presidente Federazione Italiana Fitness - Ma molto è cambiato in questi ultimi anni, al punto che si può tranquillamente dire che le donne oggi siano in maggioranza (anche 55-60% degli iscritti). Oggi le donne prediligono dunque la palestra in età adulta. Gli uomini invece hanno anche altre passioni a livello sportivo, come il calcetto, la partita a tennis, la corsa. Le motivazioni che spingono le donne verso la palestre sono essenzialmente due. Il fattore estetico: le donne sono sempre più attente a tenersi in forma e toniche per mantenere un bel fisico anche con il passare degli anni. Il fattore salute: le donne tengono al proprio benessere e credono che una regolare attività fisica possa prevenire malattie e problematiche varie. Per quanto riguarda le discipline preferite, ormai anche per le donne la sala pesi non è più un tabù. Ci sono però discipline prese d’assalto dal pubblico femminile come Pilates, yoga, ginnastica dolce e i vari corsi che richiedono uno sforzo anaerobico. Anche corsi, un tempo solo maschili, come boxe e kick-boxing, attirano sempre  più donne, così come i vari corsi di ginnastica funzionale. Non c’è più, dunque, in palestra una grande differenza tra ciò che piace agli uomini e ciò che piace alle donne. La presenza delle palestre in Italia tiene conto del numero di abitanti delle diverse zone ed è uguale un po’ ovunque. Ma regioni come Lombardia, Emilia-Romagna e Lazio sono più all’avanguadia rispetto a Liguria, Friuli o Sardegna. In quelle tre regioni si concentrano anche le palestre con maggiore qualità di servizi”.


Insomma, le donne sono sempre più attive e i brand di intimo e mare si stanno tutti attivando con proposte più o meno tecniche dedicate a chi va in palestra o semplicemente a correre. Le collezioni che seguono la tendenza sportiva vanno aumentando e si aggiungono a quelle dei marchi specificatamente sport già presenti sul mercato, da Arena a Nike, da Adidas a Puma.

Lo sport è diventato sempre più uno stile di vita che si accompagna all’attività fisica in senso stretto e questo segmento di mercato ha grandi potenzialità ancora tutte da sfruttare. Un capitolo a parte poi riguarda la corsa (meglio conosciuta come running o trail quando si corre in mezzo alla natura), che raccoglie sempre più fan soprattutto tra le donne.

(Leggi la versione integrale di questo articolo su Intimo più mare 199!)