Sabato 22 Giugno 2024

SIL & Interfilière ripartono con WSN

Non c’è due senza tre. E al terzo passaggio di consegne (da Eurovet a Comexposium e da Comexposium a WSN per Eurovet) il Salon International de la Lingerie e Interfilière sono finalmente ripartiti da dove li abbiamo lasciati a gennaio 2020, poco prima dell’inizio della pandemia. Dopo lo spostamento a giugno 2022, i due saloni specializzati per il settore intimo e mare sono tornati alle date consuete dell’edizione invernale e da sabato 21 a lunedì 23 gennaio hanno occupato il padiglione 4 di Paris Expo-Porte de Versailles. Ora il Salon de la Lingerie e Interfilière fanno ufficialmente parte dei saloni organizzati dalla società WSN cioè Who’s Next, Impact, Traffic, Neonyt Paris e Bijorhca. In quest’edizione i sette saloni hanno accolto 40.187 visitatori da 124 paesi. Il 19,21% dei visitatori, venuti per Who's Next, Impact, Bijorhca, è entrato anche al padiglione 4, così come il 29,47% dei visitatori del Salon International de la Lingerie e Interfilière si è spostato anche al padiglione 1.
“Quest'edizione di gennaio 2023 segna l'ora del rinnovamento – commenta Frédéric Maus, CEO di WSN e PDG Eurovet - Siamo lieti del successo di questo appuntamento unico a Parigi che è riuscito a coniugare business, dinamismo, convivialità ed emozioni. Espositori e buyer hanno apprezzato la nostra strategia di riunire più saloni e premiato la creatività dell’allestimento e degli eventi. Una scommessa vincente che apre grandi prospettive per le edizioni future”.
Alla direzione dei due saloni c’è Matthieu Pinet, creatore del progetto Exposed che in questi ultimi anni ha avuto grandi riscontri. Il giovane e talentuoso direttore ha avuto l’incarico dei due saloni lo scorso settembre ma in più o meno quattro mesi è riuscito a dare una nuova impronta.
“Sono orgoglioso del lavoro svolto – rivela Matthieu Pinet - Questo evento unico al mondo, che riunisce l'intero settore della lingerie e che promuove la Francia a livello internazionale, è un'opportunità per tutti gli attori di questo mercato. Per quest'edizione abbiamo voluto stravolgere i codici mantenendo i valori di questo salone essenziale per offrire una nuova visione, e il successo c'è stato. Prima di tutto dal punto di vista commerciale per grandi marchi e gruppi, ma anche per i giovani designer che espongono per la prima volta. I nuovi fashion show, le conferenze o il ristorante gourmet hanno saputo conquistare il pubblico. Il nostro desiderio di posizionare la lingerie in un sistema fashion ha qui assunto il suo pieno significato. Questo ci permette di considerare nuove aree di sviluppo e di andare ancora oltre. Non vediamo l'ora di preparare le nuove edizioni: ci sono tante belle storie ancora da scrivere in questo settore”.
Nuovo l’allestimento, molto più leggibile, nuovo il concept delle tre sfilate, uguale a quello delle fashion week (niente passerella centrale, ma una che gira attraverso il pubblico, permettendo a tutti lo stesso punto di vista), nuova anche l’idea di promuovere l’underwear a prodotto di moda e non più solo funzionale.
Le collezioni per l’autunno-inverno 2023/24 dei 420 espositori hanno conquistato 15.285 visitatori e premium buyer da 99 paesi diversi con il 61,51% internazionali, 38,48% francesi e il 25,41% di nuovi visitatori. Nello specifico boutique e concept store (37,08%), produttori, grossisti, importatori (14,21%), e-commerce (7,63%) e grandi magazzini (5,84%). La top 10 dei buyer internazionali vede al primo posto l’Italia, seguita da Belgio, Germania, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti, Olanda, Svizzera, Turchia, Polonia.
È stata decisa anche la data dell’edizione estiva che avrà lo stesso nome di quella invernale, cioè Salon International de la Lingerie e Interfilière. L’appuntamento con le collezioni per l’estate 2024 sarà dal 2 al 4 luglio, in concomitanza con Première Vision.