Mercoledì 29 Maggio 2024

Torna MarediModa con più espositori

La ventunesima edizione di MarediModa, in calendario dal 7 al 9 novembre al Palais des Festivals di Cannes, conferma il suo ruolo centrale nel panorama tessile internazionale con la proposta più ampia e soprattutto più qualificata per i comparti mare, intimo e athleisure. In crescita gli espositori, l’offerta prodotto, l’area outsourcing e anche gli eventi. Un format collaudato e sempre attuale che consente ai visitatori di accedere a tutti i segmenti della filiera: dall’eccellenza del tessuto europeo, agli accessori, fino all’outsourcing di qualità, dai design studio al labelling and packaging. E poi gli attesissimi trend 2025, gli eventi on stage e la premiazione del concorso The Link.
“Quando ventuno anni fa abbiamo deciso di proteggere la nostra fiera con un disciplinare di ingresso a tutela della tracciabilità, molti ci definivano utopisti - sottolinea Claudio Taiana, presidente di MarediModa – Ma oggi possiamo dire che quella scelta ha tutelato sia il nostro brand che il lavoro delle aziende che qui vengono a presentare le proprie collezioni. Chi viene a Cannes sa bene che troverà soltanto il segmento premium del nostro comparto, senza eccezioni. L’occasione è unica per toccare con mano oltre cento collezioni di tessuti e accessori, scoprire i temi delle tendenze in un’area dedicata e attraverso i coinvolgenti interventi di David Shah, approfittare degli eventi collaterali che ogni anno rinnoviamo e mettiamo in campo al servizio dei nostri visitatori. Tra questi vorrei ricordare il progetto The Link, uno dei più longevi talent scouting nel tessile-abbigliamento che chiama a raccolta i più talentuosi fashion designer dalle scuole europee di moda. L’obiettivo è sempre più quello di presentare la filiera al completo, fornire spunti creativi e fare networking. In questo senso abbiamo voluto evidenziare maggiormente l’area outsourcing che sta crescendo in numero e qualità perché crediamo che sia un servizio essenziale per i nostri visitatori. Infine, per il secondo anno, con il progetto Flash creiamo contenuti moda, foto e video, per un gruppo di aziende che ritiene cruciale presentare le collezioni con prototipi moda in uno shooting editoriale”.
Immancabile anche quest’anno l’appuntamento con le directions per l’estate 2025 a cura di David Shah e del View team.
“Così come l’intera filiera tessile, anche i comparti mare, intimo e athleisure hanno adottato un approccio etico, circolare e responsabile – spiega David Shah - La tecnologia oggi a disposizione consente enormi progressi sul fronte della sostenibilità e sulla costruzione del tessuto. Il cambiamento e l’incertezza di questi ultimi anni hanno generato una tempesta perfetta, un fenomeno irreale e attraente, stimolante e provocatorio. Esploriamo l’inaspettato, ispirati dal sublime”.
Boost è la parola chiave dei trend Summer 2025. Exuberant, Conscious, At ease, Magical, Transformed sono i cinque temi di grande forza e profondità che tratteggeranno gli sviluppi delle nuove collezioni con una spinta vibrante e creativa. I visitatori di MarediModa Cannes avranno esclusivo accesso gratuito al Trend Book 2025 e al video della presentazione tendenze, uno strumento di lavoro essenziale e stimolante.
Come si è visto, è in crescita anche l’area outsourcing. L’urgenza di proporre ai visitatori di MarediModa una selezione di aziende outsourcing di qualità e alta affidabilità si consacra oggi con una panoramica unica nel suo genere.
L’area confezionisti conto terzi, introdotta con una scelta lungimirante nel 2007, per consentire ai brand di trovare partner affidabili in Europa e nei paesi del bacino del Mediterraneo, si è costantemente arricchita nel corso degli anni a seguito della crescita esponenziale del fenomeno del reshoring. Questo significa ritornare a produrre in distretti e paesi affidabili e vicini, senza l’obbligo di grandi quantitativi, con una diversa attenzione verso i temi green e con un feeling più stretto rispetto ai partner asiatici. Quest’anno a Cannes saranno presenti 14 aziende da Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Tunisia e Marocco. Partner affidabili in grado di affiancare nello sviluppo e produzione delle collezioni mare, intimo e athleisure sia lo stilista alla sua prima collezione che i brand affermati o le catene che necessitano di produzioni con volumi medio-grandi.
La prossimità geografica, la facilità di comunicazione e la condivisione di valori etici e ambientali rendono la scelta di riportare le produzioni in Europa un passo doveroso per tutti i brand del settore.
Leonisa e Sauvage, marchi internazionali di primo piano nei comparti intimo e mare, sono stati selezionati per i MarediModa Creative Excellence Award 2023, un riconoscimento che il salone di Cannes attribuisce a marchi che hanno saputo costruire e consolidare un’immagine e una storia di assoluta eccellenza, esempi virtuosi di creatività, di saper fare e di etica del prodotto.
“Anche quest’anno abbiamo selezionato due brand di valore assoluto che hanno contribuito a rendere universali due stili molto diversi ma apprezzati in ogni angolo del pianeta – sottolinea Claudio Taiana - Due marchi che credono, come noi, nell’etica del prodotto e nella tracciabilità di filiera tanto che sono da sempre nostri ospiti”.
The Lycra Company rinnova la partnership con MarediModa e presenterà in anteprima in Europa due nuove fibre, Lycra Adaptiv Black e Lycra Adaptiv Xtra Life, che combinano i vantaggi della fibra originale con le caratteristiche aggiuntive di due potenti tecnologie per offrire un'esperienza d'uso elevata.
Sempre in tema di contenuti, il progetto Flash, che ha debuttato lo scorso anno, riparte con un crescente numero di aziende. A ognuna è dedicato uno shooting foto e video pensato per dare valore ai tessuti attraverso prototipi sperimentali che ne accentuino le caratteristiche. Novità 2023 lo spin-off Seam dedicato ai confezionisti conto terzi.
Con Athleisyou torna l’inspirational gallery di prototipi sportivi realizzati in collaborazione con ISGMD sottolineando in modo creativo performance, texture e versatilità delle collezioni tessili di una selezione di aziende.
Una citazione più leggera ma al contempo ideale come spunto di riflessione la propone Cinema & Beachwear, un collage di momenti unici e storici dove il beachwear è protagonista di film famosi. Un assist facile tra la capitale del cinema europeo e il costume da bagno, reso universale proprio sulla Croisette.
The Link, il concorso di talent scouting organizzato e promosso da MarediModa, approda alla sua fase finale. La giuria tecnica riunita presso la sede di MarediModa, ha selezionato i nomi dei nove finalisti per le categorie Beachwear, Athleisure e Underwear. Gli elaborati, provenienti da oltre cento scuole europee, hanno mostrato progetti accomunati da un livello creativo molto alto. Ora i nove studenti selezionati dovranno confezionare le loro collezioni con i tessuti forniti dalle aziende di MarediModa. Gli outfit saranno poi presentati a Cannes all’interno di un’area dedicata e mercoledì 8 novembre con una sfilata durante la serata evento del salone.
Ecco i finalisti.
Beachwear
Laurine Achoui (Francia-Lisaa Paris Mode), Yi Ting Bai (Cina-Next Fashion School by Carla Secoli), Raul Valentin Matis (Romania-University of Art and Design Cluj Napoca).
Underwear
Emily Holliday (Uk-London College of Fashion), Monika Łuczak (Polonia-Strzeminski Academy of Fine Art Lodz), Auri Lukkarinen (Finlandia-Aalto University).
Athleisure
Iulia Anton (Romania-University of Art and Design Cluj Napoca), Michela Bortoluzzi (Italia-Ferrari Fashion School), Sofia Censoni (Italia-Next Fashion School by Carla Secoli).
Style3D Assyst presenta a MarediModa il primo ecosistema digitale per il fashion, integrato e sostenibile. Una proposta all-in-one per semplificare la gestione, la collaborazione e il marketing dei tessuti. Il tessuto diventa digitale, con estrema precisione, grazie all’utilizzo di un set di tool integrati in Style3D Fabric, che ne rilevano automaticamente texture, effetti visivi ma anche tutte le caratteristiche meccaniche.
Infine il salone ospiterà la mostra AI generated, creata da Gaia Giordani
Il progetto è stato realizzato tra febbraio e aprile di quest’anno, utilizzando Midjourney V3 (versione 3), uno strumento di Intelligenza Artificiale generativa text-to-image. Ciascun ritratto è la traduzione in segno di brevi input semantici, ovvero ciascun visual è stato generato dalla AI elaborando prompt testuali umani, scritti dall’autrice. Le immagini non sono state alterate attraverso strumenti di fotoritocco. I ritratti quindi presentano elementi di casualità e imperfezione, storture e libere interpretazioni, tipiche dello strumento all’epoca del suo utilizzo.